Eraclea Minoa, criticità da rimuovere nel progetto anti erosione: i tecnici hanno 10 giorni di tempo

Nel giro di una decina di giorni i tecnici che hanno redatto il progetto delle opere contro l’erosione costiera dovranno rimuovere le criticità che stanno rallentando l’iter per la Valutazione d’impatto ambientale. E’ quanto deciso nel corso della conferenza dei servizi svoltasi mercoledì scorso a Palermo nella sede dell’assessorato regionale al Territorio e all’Ambiente guidato Toto Cordaro. In particolare, come riporta il Giornale di Sicilia oggi in edicola, le criticità da rimuovere sono legate al dragaggio della sabbia da prelevare dal porticciolo di Siculiana Marina e al suo trasporto ad Eraclea Minoa per il ripascimento della spiaggia, così come previsto dal progetto redatto dagli uffici del commissario di governo contro il dissesto idrogeologico coordinati da Maurizio Croce.

Alla riunione palermitana hanno partecipato, tra gli altri, rappresentanti del Genio Civile, della Capitaneria di porto di Porto Empedocle, dell’Arpa, della Soprintendenza ai beni culturali e ambientali di Agrigento, del demanio forestale, il sindaco di Cattolica Eraclea Santino Borsellino e il dirigente dell’ufficio tecnico comunale Francesco Campisi.  Il progetto anti-erosione da 4 milioni di euro, finanziato dalla Regione, prevede la realizzazione di tre pennelli sub-ortogonali alla linea di costa realizzati con materiale lapideo e il ripascimento artificiale con l’utilizzo della sabbia del porticciolo turistico di Siculiana Marina. Un’opera che “tenta di porre un argine al processo di erosione del tratto di costa che va da Capo Bianco verso est, per circa 2 chilometri, saranno privilegiate tipologie di opere non invasive dal punto di vista paesaggistico e ambientale”, ha spiegato in più occasioni il governatore Nello Musumeci.

Ormai da più di tre mesi il progetto è stato reso pubblico per la valutazione d’impatto ambientale. Sarebbero bastati sessanta giorni per il parere e per procedere poi all’indizione della gara d’appalto, secondo i tempi che erano stati indicati in una nota dal presidente della Regione, ma le criticità emerse hanno di fatto inceppato l’iter burocratico e adesso si sta cercando di correre ai ripari. “Bisogna accelerare i tempi – ha dichiarato alla stampa il sindaco Santino Borsellino dopo la conferenza dei servizi – perché vorremo ritrovarci, prima dell’arrivo delle prossime mareggiate invernali, con gli adeguati ripari per arginare i continui attacchi delle mareggiate che stanno distruggendo Eraclea Minoa e il suo patrimonio ambientale”.