Mafia, processo Mannino: pg chiede acquisizione verbali neo pentito Bisconti

Le dichiarazioni del neo pentito di mafia Filippo Bisconti potrebbero entrare nel processo appello stralcio della trattativa Stato-mafia che vede imputato l’ex ministro Calogero Mannino, accusato di attentato a corpo politico dello Stato. Oggi, durante l’udienza dedicata alle arringhe difensive, la procura generale di Palermo ha chiesto alla corte d’assise d’Appello di Palermo di produrre i verbali di interrogatorio di Bisconti. Secondo quanto rivelato dal neo collaboratore di giustizia, che ha deciso di parlare con i magistrati dopo il suo arresto lo scorso inverno, Bisconti avrebbe rivelato di aver saputo dal boss mafioso Rosario Lo Bue che Mannino era affiliato alla famiglia mafiosa di Agrigento. La procura generale ha chiesto alla Corte che qualora i verbali fossero acquisiti, si riapra il dibattimento con l’esame di Bisconti. In aula l’accusa è rappresentata dai pg Sergio Barbiera e Giuseppe Fici. Rosario Lo Bue, condannato nel 2007 a 8 anni di reclusione, è considerato membro della famiglia mafiosa di Corleone, per conto della quale ha gestito la latitanza di Bernardo Provenzano, fino all’arresto di quest’ultimo, avvenuto l’11 aprile 2006 in località Montagna dei cavalli, alle porte di Corleone. (AdnKronos)