”Forse è Solo Mal Di Mare”, commedia girata a Linosa sarà proiettata il 25 maggio a Palermo

Chi, nella sua vita, non si è ritrovato immobile e impaurito davanti al bivio andare o restare? E chi, nei momenti di vulnerabilità, non ha vissuto il dilemma con sfumature a volta tragiche e a volte comiche? “Forse è Solo Mal Di Mare”, il nuovo film di Simona De Simone, in uscita nelle sale da oggi, giovedì 23 maggio, è proprio questo, uno spaccato della vita di tutti, una commedia romantica, dai toni delicati che pone una riflessione e lo fa portandoci nella splendida isola vulcanica di Linosa, in Sicilia, fotografata in una stagione non turistica e non estiva. Il film, prodotto dalla Cibbè Film, nato da un’idea di Matteo Querci e scritto da Tommaso Santi, vede la partecipazione di attori di eccellenza come Maria Grazia Cucinotta, Paolo Bonacelli, Barbara Enrichi, Annamaria Malipiero, Patrizia Schiavone, Cristian Stelluti, Orfeo Orlando, Francesco Ciampi, Beatrice Ripa e la partecipazione degli Street Clerks nel ruolo di se stessi.

In occasione dell’uscita del lungometraggio parte del cast artistico sarà presente alla proiezione di sabato 25 maggio, alle ore 20.30, presso il Cinema Teatro Colosseum di Palermo. Si tratta di un progetto lungo dieci anni, lungo quasi un amore, quello tra l’ideatore del film, Matteo Querci e l’isola di Linosa, una realtà unica in Italia in cui arrivare o da cui partire dipende tutto dalla bontà del mare. Un innamoramento che si percepisce durante i 93 minuti e che racconta la storia di un progetto che vuole essere, con toni delicati, leggeri e a volte comici,  una sorta di momento di formazione e di crescita durante il conflitto personale e familiare, alla fine del quale, la scelta fatta con il cuore sarà sempre quella più giusta.

La trama del film. Francesco, ex fotografo, è un uomo di quarant’anni, toscano, che dopo aver girato il mondo diventa pescatore a Linosa per amore di Claudia, la stessa che, dopo diciassette anni di matrimonio abbandona la famiglia in cerca di una vita fuori dall’isola. Anita ha diciassette anni, è la figlia di Francesco e di Claudia, vive la sua vita con i compagni del liceo scientifico coltivando il sogno di diventare pianista. Francesco e Anita non possono fare a meno l’uno dell’altra ma le cose cominciano a cambiare quando la ragazza fa richiesta di iscrizione al conservatorio di Lugano e con l’arrivo della nuova insegnante, Laura. Le vicende personali del padre e della figlia si intrecciano nell’attesa di una risposta che potrebbe cambiare le loro esistenze, tra riflessioni e ferite personali, sorprese e colpi di scena. Sullo sfondo una Linosa quasi deserta, fotografata in una stagione non turistica, animata dal mare a volte calmo e a volte mosso come gli animi dei pittoreschi abitanti occupati nelle loro esilaranti routine, con le loro indelicate attenzioni ma sempre pronti all’accoglienza.