Reddito di cittadinanza, Giovani FdI davanti a Inps: solo marchetta elettorale

“Gioventù Nazionale continua la battaglia contro il Reddito di cittadinanza, un grande inganno per i cittadini italiani; una ‘marchetta elettorale’ messa in atto dal governo per raccattare qualche voto in più alle elezioni Europee.” Così Fabio Roscani, presidente nazionale di Gioventù Nazionale, movimento giovanile di Fratelli d’Italia, a margine dell’iniziativa organizzata oggi davanti alla sede romana dell’Inps per protestare contro il Reddito di cittadinanza. Erano presenti giovani ‘travestiti’ da ‘immigrato’, ‘rom’, ‘nullafacente’ e ‘delinquente’ inscenando tutte figure che, come spiega Roscani, potranno ottenere il sussidio.”Non potranno beneficiare di questa misura assistenzialistica tante figure che ne dovrebbero avere diritto. Un caso clamoroso su chi ha richiesto ed otterrà il Reddito di cittadinanza è quello di Raimondo Etro, un ex terrorista rosso che ha fatto del male alla nostra Nazione ma che riceverà un sussidio pagato dai cittadini italiani. Noi ci batteremo sempre contro queste ingiustizie. Siamo pienamente convinti piuttosto, che se quei 22 miliardi di euro che sono stati stanziati in tre anni per il Reddito di cittadinanza fossero stati utilizzati per abbattere davvero le tasse sul lavoro, avremmo potuto garantire dignità e lavoro alla nostra generazione e a tutti i disoccupati italiani, con un risultato sicuramente migliore. Il 26 maggio per cambiare tutto questo in Italia e per cambiare l’Europa l’unico voto utile è quello dato a Fratelli d’Italia.” conclude Roscani. (LaPresse)