”Utilizzare al meglio i formaggi nella pizza”, nuovo corso per pizzaioli nell’Agrigentino

“Utilizzare al meglio i formaggi nella preparazione della pizza”. E’ questo il titolo del nuovo corso di formazione professionale per pizzaioli promosso nell’Agrigentino dall’Upi in programma martedì 18 giugno a Raffadali) nei locali della pizzeria That’s Amore. Il corso è adatto a chi ha già maturato esperienza professionale come pizzaiolo e desidera acquisire maggiori competenze professionali per migliorare le conoscenze sui formaggi e il loro utilizzo nella preparazione della “Pizza Qualità Siciliana”.

“Mai come in questi anni – spiega Stefano Catalano, presidente della Cifa Unione Pizzaioli Italiani  – c’è un grande interesse per la qualità del cibo, questa maggior sensibilità da parte di tutti, addetti ai lavori e consumatori, ha portato e sta portando a risultati importanti. L’importante è non cadere nell’errore, purtroppo ancora è molto comune nella nostra terra di proporre pizze senza una adeguata professionalità e selezione delle materie prime, troppo spesso nelle pizzerie si mangia le stesse pizze identiche da diversi anni prive di innovazione e attenzione al cambiamento. Noi siamo convinti del fatto che la qualità delle materie prime sia determinante quanto la competenza dei pizzaioli, che possono proporre pizze e focacce solo se profondi conoscitori della qualità siciliana intesa come una cultura gastronomica complessa ed articolata tramandata di generazione in generazione che, tremila anni di storia siciliana, ha sviluppato uno stile di vita legato al cibo, alla cultura, alla salute e benessere”.

Il corso specialistico per pizzaioli, che riconosce crediti formativi validi per l’acquisizione della qualifica di pizzaiolo, è realizzato con “metodo di autoistruzione” e si pone l’obiettivo di trasmettere nozioni teoriche e pratiche indispensabili per  comprendere pienamente le tecniche di gestione e le metodiche operative  per ottimizzare l’utilizzo al meglio dei formaggi, nella preparazione di  pizze e focacce. Tutte le informazioni necessarie sul sito www.unionepizzaioliitaliani.it.