Infrastrutture, creditori gruppo Cmc: stop a lavori in Sicilia

“Avendo appreso che il governo nazionale ha improvvisamente ritirato dal decreto Sblocca Cantieri l’emendamento con cui si istituiva il Fondo salva-imprese col quale avremmo ricevuto un’anticipazione sui nostri crediti pari al 70%, siamo costretti nostro malgrado – a meno di ripensamenti odierni dell’esecutivo prima del voto finale al Senato – ad avviare le procedure per comunicare alle Prefetture, all’Anas e ai sindacati l’immediato blocco di ogni attivita’ nei cantieri lungo la Agrigento-Caltanissetta e la Palermo-Agrigento”. Lo scrive il Comitato delle oltre cento imprese siciliane creditrici del gruppo Cmc di Ravenna.(ANSA).