Minacce al cronista Leopoldo Gargano e al Giornale di Sicilia, la solidarietà dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia

Forte preoccupazione viene espressa dal Consiglio dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia per la telefonata di minaccia al collega Leopoldo Gargano, giunta  al centralino del Giornale di Sicilia. Un interlocutore anonimo, dicendo di parlare a nome della famiglia Lo Piccolo, ha accusato Gargano di scrivere fesserie e ha minacciato di fare saltare con una bomba  l’intero giornale in aria.

«È un vile atto di intimidazione nei confronti di un giornalista e di un’intera redazione. Il valore e il rigore professionale di Gargano – dice la nota dell’Ordine – sono ben note. Il collega, cui va la tutta la nostra solidarietà e il nostro affettuoso sostegno, non si lascerà certamente intimidire ma la vicenda non va sottovalutata e chiediamo alle forze dell’Ordine il massimo dell’impegno per fare chiarezza e tranquillizzare i colleghi del Giornale di Sicilia, già sottoposti a un grande sforzo in un momento di dura crisi della categoria, per garantire una informazione scrupolosa, professionale, attenta ai fatti».