Violenza sessuale, consigliere comunale di Porto Empedocle condannato e sospeso

Il prefetto di Agrigento, Dario Caputo, ha firmato un provvedimento dichiarativo dell’intervenuta sospensione per un consigliere comunale di Porto Empedocle (Ag). L’uomo, lo scorso marzo, era stato condannato, dalla terza sezione della Corte di appello di Palermo a 4 anni di reclusione per violenza sessuale e per maltrattamenti in famiglia ai danni della moglie. “La legge Severino dispone che quando un membro del consiglio comunale, provinciale e cosi’ via riporta, in appello, una condanna ad una pena detentiva superiore ai due anni venga sospeso di diritto – ha spiegato il prefetto Caputo – . Ho firmato il provvedimento sotto il profilo della semplificazione e della chiarezza per agevolare il lavoro dell’organo che ha convalidato l’elezione affinche’ si prenda atto che e’ in condizioni di non poter piu’ esplicare la sua funzione”. La sentenza di primo grado, confermata lo scorso marzo dalla Corte di appello, era stata emessa dal giudice dell’udienza preliminare del tribunale di Agrigento, Alfonso Malato. (ANSA)