Forza Italia sfiducia l’assessore Armao e Musumeci lo blinda, il Pd: ”E’ crisi”

“L’ho detto e lo ripeto: l’accordo finanziario tra la Regione ed il governo centrale non entusiasma nessuno, ma e’ il miglior risultato che potevamo ottenere nelle condizioni date. Un esito, per il quale voglio ringraziare ancora l’assessore all’Economia Armao, peraltro gia’ illustrato a tutti i gruppi parlamentari all’Arsnella seduta del 4 giugno. Non sono abituato a mettere il naso nelle vicende interne delle forze politiche, ancorche’ alleate, e percio’ mi astengo dall’esprimere qualsiasi giudizio sulle valutazioni fatte oggi in Aula. Sono certo che i sentimenti e i risentimenti elettorali, a tre settimane dal voto, cederanno il passo al duro, difficile e responsabile lavoro che attende tutti, coalizione e opposizione. I siciliani non capirebbero altrimenti”.

Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci che blinda il suo assessore all’Economia, sfiduciato di fatto da Forza Italia, il cui capogruppo Giuseppe Milazzo ha criticato Armao nel corso dibattito sulla relazione sui negoziati con lo Stato in materia finanziaria: “Relazione che e’ fantascienza e dal risultato fallimentare”, ha detto il politico fedelissimo di Gianfranco Micciche’, “se ci fosse stata la sfiducia lei non avrebbe avuto copertura politica. Un giudizio che e’ su di lei e non sul governo”. “Si apre formalmente la crisi di governo”, per il capogruppo Pd Giuseppe Lupo, “doveva essere un dibattito sull’accordo finanziario fra Stato e Regione, si e’ trasformato in un tutti contro tutti. Musumeci ne prenda atto: il suo governo e’ al capolinea”. (AGI)