”Diversità di trattamento tra vittime del terrorismo e della mafia”, interrogazione di Perconti (M5s)

“Nonostante negli anni si siano introdotte norme sempre più favorevoli di garanzia ed assistenza alle vittime della criminalità e del dovere, è ancora presente una ingiustificata diversità di trattamento rispetto alle vittime del terrorismo”, lo afferma in una nota Filippo Perconti, portavoce alla Camera dei Deputati per il Movimento 5 stelle e componente della commissione lavoro.

“Tramite un’interrogazione parlamentare ho chiesto al Governo quali iniziative risolutive saranno adottate, affinché si arrivi a una equiparazione tra le diverse vittime – prosegue l’esponente del Movimento – come altresì  sottolineato dal Coordinatore nazionale dei familiari delle vittime di mafia, dell’associazione “I cittadini contro le mafie e la corruzione”, Giuseppe Ciminnisi, il quale chiede da anni che le vittime di mafia e del terrorismo vengano messe sullo stesso piano, ponendo finalmente fine alle immotivate disparità in merito; è un nostro dovere offrire risposte celeri alle vittime della criminalità e alle loro famiglie”,  conclude Perconti.