Sea Watch, donazioni superano in pochi giorni il milione di euro

A seguito dell’arresto a Lampedusa del capitano Carola Rackete, al comando della nave Sea Watch 3, le donazioni a favore di Sea Watch, l’organizzazione non governativa tedesca che opera l’unita’, hanno superato in pochi giorni il milione di euro. Lo riferisce il quotidiano tedesco “Handelsblatt”. In particolare, a mezzogiorno di oggi, la raccolta fondi avviata il 29 giugno scorso su iniziativa dei conduttori televisivi tedeschi Jan Boehmermann e Klaas Heufer ha raggiunto 735 mila euro. A tale ammontare si aggiunge quello raccolto da “una pagina Facebook italiana”, pari a oltre 410 mila euro. Le donazioni, ha reso noto il portavoce di Sea Watch Ruben Neugebauer, verranno impiegate per finanziare le spese legali di Rackete, che e’ agli arresti domiciliari a Lampedusa e oggi dovrebbe essere interrogata dalla Procura di Agrigento. I magistrati dovranno decidere se confermare gli arresti domiciliari per il capitano della Sea Watch, che rischia di venire condannata a diversi anni di reclusione per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Inoltre, Sea Watch e Rackete potrebbero dover pagare una sanzione amministrativa fino a 50 mila euro per aver violato il blocco posto interno a Lampedusa in esecuzione del decreto sicurezza bis al fine di sbarcare nel porto dell’isola i 40 migranti a bordo della nave, soccorsi al largo della Libia. (Nova)