Biodigestore a Sciacca, Mangiacavallo replica al sindaco: emetta ordinanza a tutela della salute dei cittadini

“Oggi la sindaca di Sciacca, Francesca Valenti, ha ‘stuzzicato’ i deputati regionali ‘maschietti’ (così li ha chiamati) dalla sua pagina social, chiedendo loro un intervento presso la Regione sulla questione My Ethanol. Seguo la questione My Ethanol – replica Matteo Mangiacavallo, parlamentare del M5s all’Ars -fin da principio, partecipando anche agli incontri col comitato Scunchipani – dichiara Mangiacavallo – e il M5S è stato sempre presente coi suoi rappresentanti locali. L’impianto, ha ottenuto le autorizzazioni da parte del Comune di Sciacca e del Libero Consorzio di Agrigento, passate sotto il naso della sindaca, che aveva promesso mari e monti per bloccarlo ma, ad oggi, è riuscita soltanto a spendere migliaia di euro di soldi pubblici per una ‘super consulenza’. Piuttosto che inventarsi una raccolta firme da attivista da partito ambientalista – conclude il deputato regionale saccense – se è convinta della relazione che ha chiesto, emetta un’ordinanza a tutela preventiva della salute dei cittadini, revochi in autotutela il provvedimento del Comune, o ne chieda la revoca al Tar. Faccia qualcosa da sindaco, insomma. La sindaca cominci a fare la sindaca che io continuo a fare il deputato regionale”.