Mafia, Patronaggio: Cosa nostra e Stidda collaborano con organizzazioni straniere, immondo traffico di esseri umani

“La presenza nel territorio agrigentino di due organizzazioni criminali come Cosa nostra e Stidda rallenta la penetrazione nel territorio delle concorrenti associazioni straniere, anche se abbiamo registrato delle convergenze, delle forme di collaborazione e di scambio tra la criminalità organizzata locale e quella straniera. Un discorso a parte andrebbe fatto sul fenomeno del caporalato, molte volte sottostimato”.  Lo ha detto il procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, nel corso di una audizione davanti alla Commissione antimafia.  “Nel caporalato, molto presente nel comparto dell’agricoltura, non solo nell’Agrigentino ma anche nelle province confinanti, dove si registra questo dato particolarmente allarmante, che ha una pericolosità sociale e una incidenza sul tessuto sociale, che dovrebbe essere oggetto di maggiore attenzione. Il fenomeno che desta maggiore allarme sociale oltre che generalizzata riprovazione è sicuramente quello dei mercanti di esseri umani, di quei soggetti che gestiscono l’immondo traffico di esseri umani”.