Patronaggio: intimidazioni nei miei confronti per indagini su immigrazione

“L’ufficio da me diretto è da anni impegnato nel contrasto dell’immigrazione clandestina, avendo sotto la mia giurisdizione l’isola di Lampedusa, la cosiddetta porta d’Europa. Questo contrasto il mio ufficio lo ha sempre esercitato, tuttavia, avendo grande attenzione per la tutela dei diritti umani, e in particolare per la tutela dei soggetti migranti vittime dell’immondo commercio dei esseri umani esercitato da soggetti senza scrupoli, senza morale e in forme organizzate attraverso associazioni criminali transnazionali. Ritengo che le minacce e le intimidazioni da me subite si ricolleghino proprio a questo tratto peculiare dell’azione del mio ufficio che ha esercitato l’azione penale in tutte le direzioni senza riguardi per nessuno, così urtando gli umori di frange sparute di estremisti che si nutrono della cultura dell’odio e dell’intolleranza”. Lo ha detto il procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, nel corso di una audizione davanti alla Commissione antimafia.