Corruzione, Cordaro: ”Arata era uno stalker”

“Arata era uno stalker”. A dirlo, durante la sua audizione in commissione regionale Antimafia, è l’assessore regionale al Territorio e Ambiente Toto Cordaro. “Mi mandava messaggi e non rispondevo – racconta al presidente Claudio Fava – mi mandava anche su Whatsapp gli articoli di giornali nazionali su di lui. Il 26 novembre mi ha inviato un messaggio chiedendomi se avevo notizie dei due progetti che lo interessavano, io non ho risposto e l’indomani mi ha mandato un Whatsapp in cui – legge – mi ha scritto: ‘in quanto responsabile nazionale del centro destra in materia ambientale avrei voluto istituire un rapporto personale con lei’. E ancora: ‘Lei è l’unico assessore italiano con cui non riesco a comunicare e che non mi risponde”. (AdnKronos)