Blitz in circoli e sale da gioco nell’Agrigentino: 4 denunce, multe per 190mila euro e sequestro pc

Nelle ultime ore, i Carabinieri del Comando Provinciale di Agrigento hanno avviato una serie di controlli in tutta la provincia, con l’obiettivo di contrastare il fenomeno del gioco illecito e delle scommesse illegali. E i risultati del maxi controllo non si sono fatti attendere. In particolare, a Favara , i militari della locale Tenenza dell’Arma hanno fatto irruzione in un circolo del centro cittadino accertando la presenza di tre apparati da intrattenimento senza titolo autorizzativo e non collegati alla prevista rete statale ed appurando che il circolo in questione era anche sprovvisto della necessaria licenza di pubblica sicurezza e della prevista tabella dei giochi proibiti. Per i tre gestori, è subito scattata una denuncia all’Autorità Giudiziaria e sono state elevate sanzioni amministrative per un ammontare complessivo di oltre 80.000,00 euro, con il sequestro degli apparati da intrattenimento illeciti.

A Raffadali, in una sala giochi, i Carabinieri della locale Stazione hanno scoperto e sequestrato sei apparati da intrattenimento senza titolo autorizzativo e non collegati alla rete statale, accertando che l’esercizio in questione era sprovvisto di licenza di pubblica sicurezza e della prevista tabella dei giochi proibiti. Elevate in questo caso sanzioni amministrative per un ammontare complessivo di 110.000 euro. Al termine degli accertamenti, per il gestore, un 44 enne del luogo, è scattata anche una denuncia all’Autorità Giudiziaria. Analoghi controlli proseguiranno e saranno svolti in modo continuo in tutta la provincia, ad opera della rete capillare dei Comandi Stazione dell’Arma.