Dolce & Gabbana celebrano la festa di San Calogero, il santo più venerato nell’Agrigentino in processione al Verdura Resort

“I musicisti tradizionali e le band locali siciliane animano l’aria con le loro melodie e le loro performance folkloristiche insieme ai fuochi d’artificio, ai cavalli e ai Carretti siciliani rallegrano l’atmosfera conviviale della festa di chiusura (del grande evento D&G nell’Agrigentino, ndr) in occasione delle festività di San Calogero, un santo venerato ad Agrigento”, si legge sulla pagina Facebook Dolce & Gabbana.

Una serata di gala all’insegna del folklore siciliano: tra luminarie, carretti, bancarelle con cibo e artigianato locale. “Una full immersion di gloria mediterranea per concludere le indimenticabili giornate di alte artigianalità” D&G nell’Agrigentino.

Tra gli ospiti il sindaco di Sciacca Francesca Valenti. “Mai rifiutare un invito, mai scartare a priori quello che non conosci, mai mancare di cortesia e mai trattenersi più del necessario. La cultura e la tradizione siciliana nell’ultimo appuntamento D&G. Una serata all’interno del resort RoccoForte, con sfilata di carretti siciliani, piatti tipici della nostra cucina e gli immancabili fuochi d’artificio”, ha scritto il primo cittadino sul Facebook dove ha anche condiviso alcune foto.

Due agrigentini hairstylist delle celebrities nell’evento di Dolce e Gabbana. A curare le acconciature nell’evento di D&G, come hairstylist, sono gli agrigentini Totò Vella (dell’omonima parrucchieria) ed Alessio Marchetta che ieri sera, per la serata conclusiva, hanno pettinato le celebrities al Verdura Resort Rocco Forte di Sciacca.

“I miti della Grecia antica – hanno spiegato Domenico Dolce e Stefano Gabbana – sono stati la nostra fonte di ispirazione per i capi di alta sartoria che abbiamo scelto di presentare a Sciacca. Zeus, Apollo, Dioniso, Poseidone, Ares, per citarne solo alcuni, sono stati ritratti, nel corso dei secoli, in meravigliosi capolavori: nella molteplicità di quelle forme abbiamo riscoperto l’unicità, esattamente come nella rappresentazione del reale abbiamo colto l’idea del bello. La forza possente di quei corpi – hanno aggiunto – il loro ego e le loro capacità intellettuali non smetteranno mai di esercitare il loro fascino sulla nostra immaginazione. Un disegno, un abito, un gioiello un dipinto o una scultura sopravviveranno allo scorrere del tempo, non solo perchè ben fatti, ma per il patrimonio di valori condivisi che riusciranno a tramandare. E, trascendendo le mode, si affermeranno come stile universale, che non conosce stagioni”.

Il video della sfilata di sabato sera a Sciacca pubblicato sulla pagina Facebook Dolce & Gabbana