Inps, Polverini (FI): ”Pensioni troppo basse per milioni di italiani”

“Il sistema previdenziale tiene ma il livello delle erogazioni è ancora troppo basso per milioni di italiani; serve urgentemente un intervento come quello che fece Silvio Berlusconi nel 2001, per innalzare le Pensioni almeno a mille euro. Dalla relazione del Presidente dell’Inps colgo un allarmante dato sulla esiguità delle prestazioni che deve essere affrontata come una priorità da parte del governo e della maggioranza e mi sembra condivisibile il richiamo ad un maggior impegno dell’Istituto, anche in termini organizzativi, nella lotta al caporalato ed al lavoro nero”. Così Renata Polverini, deputata di Forza Italia, a margine della presentazione del Rapporto annuale Inps.

“Da anni, infatti, sosteniamo che l’Inps debba essere dotato di mezzi umani ed economici – oltreché di ‘indirizzi politici’ fino ad ora evidentemente mancanti – per svolgere fino in fondo il ruolo di verifica e controllo delle condizioni di lavoro. Positiva anche la proposta di creare un fondo previdenziale integrativo pubblico che offra garanzie e solidità ai partecipanti e rappresenti, al tempo stesso, uno strumento potente di investimenti a scopo sociale e non solo. Meno apprezzabile, invece, il sostanziale appoggio del Presidente Tridico al salario minimo; stupisce, infatti, che proprio all’Inps non si comprenda come questa misura non rilancerebbe i salari di chi, secondo l’Istituto il 29% dei lavoratori, è oggi sotto la soglia dei nove euro l’ora segnata dal ministro Di Maio, ma spingerebbe verso il basso il restante 70%”, conclude. (LaPresse)