Suv falcia bimbi, Borrometi: ”I funerali di Alessio li farà l’amico dell’arrestato, intervenite”

L’agenzia di pompe funebri incaricata del funerale del piccolo Alessio D’Antonio, ucciso dal Suv guidato da un pregiudicato a Vittoria (Ragusa) e’ la Cutello. Nell’agenzia figura anche Maurizio Cutello, che e’ attualmente sotto processo assieme ad Angelo Ventura – uno degli occupanti dell’automobile guidata da Rosario Greco che ha travolto un gruppo di bambini uccidendo, giovedi’ sera Alessio e ferendo in modo gravissimo il cugino Simone, che ha perso le gambe. A dare la notizia per primo e’ stato il giornalista Paolo Borrometi che in un suo post su Facebook si chiede come sia possibile che questa agenzia gestisca il funerale del povero Alessio. “La follia nella follia – scrive testualmente Borrometi – Fermate questo scempio, intervenite per evitare che i funerali del piccolo Alessio D’Antonio possano essere fatti da un amico di chi lo ha ucciso”.

Anche il padre di Angelo Ventura, Giombattista ‘Titta’ Ventura, e’ sotto processo nell’ambito dello stesso procedimento, nato dell’operazione ‘Survivors’ coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catania con il supporto investigativo di polizia, squadra mobile e carabinieri: associazione a delinquere di stampo mafioso finalizzata alle estorsioni e alla intestazione fittizia di beni nel territorio di Vittoria sono i reati ipotizzati. Angelo Ventura e Maurizio Cutello erano stati entrambi arrestati e poi scarcerati dal Riesame assieme ad altri indagati. Il processo in cui sono imputati e’ iniziato da qualche mese. Dopo la notizia che la Procura di Ragusa ha disposto l’autopsia sul corpo del piccolo Alessio, non c’e’ certezza sulla data dei funerali che in un primo momento erano stati programmati per domani, domenica 14 luglio alle 10,30 alla Basilica di San Giovanni Battista. Per quella data il Commissario straordinario Filippo Dispenza – che guida assieme ai colleghi Giovanna Termini e Gaetano D’Erba, il Comune di Vittoria sciolto per mafia – aveva proclamato il lutto cittadino.

Confcommercio Vittoria ha manifestato il proprio cordoglio. “Fatti del genere – ha detto il presidente Confcommercio Vittoria, Gregorio Lenzo, a nome di tutto il direttivo – ci rattristano e indignano allo stesso tempo. Quanto accaduto e’ inconcepibile. Rivolgiamo un affettuoso pensiero alla famiglia del povero Alessio e auspichiamo con forza che il cuginetto, tuttora ricoverato in gravi condizioni, possa farcela”. Il presidente Lenzo ha aggiunto: “Invitiamo tutti gli esercenti ad abbassare le saracinesche osservando un minuto di silenzio o, laddove sia possibile, partecipare ai funerali nel giorno in cui gli stessi si terranno come segno tangibile di una citta’ che, spegnendo le proprie luci e vetrine, si sente fortemente vicino alle famiglie”.

I deputati all’Assemblea regionale siciliana del Movimento 5 stelle chiedono una “Giustizia ferma e dura” e commentano: “Esprimiamo tutta la nostra solidarieta’ alle due famiglie del terribile omicidio stradale di Vittoriadi giovedi’ sera, ed auspichiamo che la giustizia sia ferma e dura nei confronti del responsabile”, dicono i parlamentari in una nota. “I tantissimi vittoriesi per bene – aggiungono – devono fare fronte comune contro determinati comportamenti che non sono propri del vivere civile e che appartengono ad una cultura mafiosa da estirpare e combattere con ogni mezzo. Non e’ possibile che due bambini la cui unica ‘colpa’ e’ stata quella di giocare sull’uscio di casa, siano stati falciati da un suv a folle corsa”. (AGI)