Spiagge sempre più inclusive nell’Agrigentino, aumentano passerelle e sedie job per disabili

Spiagge sempre più accessibili ai disabili nell’Agrigentino. Seppur con qualche giorno di ritardo rispetto all’inizio della stagione estiva, sono sempre di più le località balneari – da Licata Menfi – a attrezzate per l’accesso in spiaggia alle persone con difficoltà motorie. E’ un loro diritto, che però spesso ai disabili non viene garantito; per questo ogni anno sono necessarie continue richieste e segnalazioni da parte degli interessati e delle associazioni di rappresentanza agli organi di competenza. In diversi casi le lamentele non mancano, ma quest’anno, in generale, la situazione sembra migliorare: aumentano passerelle e sedie job in stabilimenti balneari e spiagge libere della provincia.

A San Leone è stata installata una passerella che consentirà alle persone con disabilità non solo di poter accedere alla spiaggia, ma anche entrare in acqua con l’aiuto di due tecnici specializzati della Federazione Nazionale Nuoto Paraolimpico e a una sedia job. L’iniziativa è stata promossa dal Rotary club di Agrigento, in collaborazione con l’associazione Nuove ali e la Federazione Nazionale Nuoto Paraolimpico. Anche per le famiglie sono stati creati anche spazi sull’arenile per consentire una migliore fruizione dei servizi adeguati alle loro esigenze. “Abbiamo voluto attenzionare il problema delle barriere architettoniche e abbiamo pensato di installare la passerella che permetterà ai disabili di arrivare fino al mare. Ma verranno fornite anche le attrezzature che permetteranno non soltanto ai disabili, ma anche alle famiglie, di avere dei posti riservati”, ha spiegato Tommaso Scribani, presidente del Rotary club di Agrigento.

Sempre più inclusive le spiagge di Siculiana Marina e Torre Salsa: già montate nei giorni scorsi le passerelle e consegnate due sedie job, una in più rispetto all’anno scorso. “Come ogni anno l’amministrazione comunale è attenta alle istanze dei disabili. Abbiamo già provveduto a montare le pedane in legno che consentiranno l’accesso in spiaggia sia nel litorale di Siculiana Marina che nella spiaggia di Funcitedde a Torre Salsa. Si ringrazia il Wwf Ente gestore della riserva naturale per la fattiva collaborazione. Abbiamo consegnato a due stabilimenti balneari le due sedie job donate da privati, aumentando così l’offerta e i servizi per le persone con disabilità affinché tutti possano godere del nostro mare bello e pulito”, ha detto il sindaco di Siculiana, Leonardo Lauricella, durante la consegna della nuova sedia job donata da Alleanza Assicurazioni al comune di Siculiana che l’ha data in comodato d’uso al lido Sabbia d’Oro. Un’altra sedia job, donata l’anno scorso da un privato cittadino, è stata assegnata allo stabilimento Lustru di Luna.

Anche ad Eraclea Minoa garantito l’accesso in spiaggia ai disabili con due sedie job, carrozzine da mare adatte alle persone con disabilità: si possono richiedere una al Lido Garibaldi l’altra al Lido Bellevue; a donarle al comune, l’anno scorso, è stato l’ex sindaco Nicolò Termine. A Bovo Marina, oltre alla passerella d’accesso realizzata dal comune e a quelle realizzate dagli stabilimenti balneari, “è stata realizzata anche un’area con gazebo per eventuali necessità delle persone con disabilità e dei loro familiari”, ha spiegato il sindaco Caterina Scalia. In arrivo, nei prossimi giorni, anche una sedia job che sarà donata al comune dall’associazione onlus A Cuore Aperto presieduta dal cardiochirurgo Giovanni Ruvolo. La sedia a rotelle job, carrozzina da mare prodotta dalla Neatech più venduta e scelta da numerosi stabilimenti balneari, è una sedia per il trasporto di disabili ed anziani adatta al mare, alla neve o al trekking off-road; è munita, infatti, di una coppia di ruote studiate per il trasporto agevole su tutti i tipi di fondo (sabbia, ciottoli e neve); essendo costruita con materiali in lega di alluminio che non temono l’attacco della salsedine, la carrozzina permette di entrare in acqua restando comodamente seduti.

“Accesso assicurato alle persone con disabilità anche nelle spiagge di Realmonte, da Punta Bianca a Giallonardo passando per Lido Rossello, tranne alla Scala dei Turchi”, come garantisce il sindaco Lillo Zicari. A Porto Empedocle, il nuovo del lungomare inaugurato nei giorni scorsi comprende nuovi arredi, pista ciclabile e accessi al mare anche per disabili. A Sciacca “montata la passerella per accesso al mare per diversamente abili alla Tonnara. Lo stesso è stato fatto in contrada Foggia e in contrada Maragani. Intanto prosegue la pulizia. Noi vogliamo una bella città”, ha scritto nei giorni scorsi su Facebook il sindaco Francesca Valenti.

E’ tornata pienamente operativa da qualche giorno, come ogni anno durante l’estate dal 2013, l’Oasi di Giusy sul lungomare Gagarin di Seccagrande (nella foto in alto). Molte delle persone che la frequentano sono di Ribera e fanno parte della onlus “Il sogno di Giusy”, mentre altre famiglie arrivano da paesi limitrofi ma da diverse regioni d’Italia e dall’estero perché sanno che i loro figli possono essere seguiti gratuitamente nelle immersioni nell’acqua della lingua di sabbia, di fronte al molo sommerso. Si tratta della passerella in plastica, di un grande ombrellone, dello spogliatoio e delle sedie job che permettono ai diversamente abili di entrare in acqua con l’assistenza dei volontari dell’associazione. “E’ stata la prima spiaggia della provincia agrigentina a dotarsi di una tale struttura – ha dichiarato Giacomo Cortese, rappresentante legale dell’associazione – già dal 2013, grazie ad una proficua donazione del Rotary Club di Ribera. E’ un servizio gratuito per i diversamente abili con un’alta valenza sociale”.