Giovane mamma falciata da auto a Scicli, arrestato conducente: aveva sniffato cocaina

E’ stato arrestato il conducente dell’utilitaria che la notte scorsa ha falciato a ucciso una giovane mamma a Scicli, nel ragusano. L’uomo è risultato positivo alla cocaina. La giovane donna di 24 anni stava terminando il servizio di cameriera nel vicino ristorante L’ancora di Cava d’Aliga quando è stata travolta dall’auto. La donna intenta a gettare la spazzatura del locale nei bidoni situati nei pressi della strada, è stata travolta da una Lancia Ypsilon che giungeva sulla strada, guidata da un giovane sciclitano dell’85.

Dopo essere stata trascinata per alcuni metri insieme al carrello metallico che stava spingendo, è caduta a terra senza vita, ed inutile è risultato l’intervento del soccorso del 118. Nel corso dell’incidente è rimasto ferito lievemente anche l’altro cameriere del locale che stava aiutando la giovane donna, l’uomo di 41 anni, anch’egli sciclitano ha riportato lievi lesioni ed è stato dimesso dal nosocomio modicano. Al termine della serrata indagine svolta dai Carabinieri, il conducente del veicolo (C.F., cameriere), sottoposto alle analisi ematiche presso l’ospedale di Modica è stato riscontrato positivo all’assunzione di stupefacente del tipo cocaina e metadone. E’ stato tratto in arresto per omicidio stradale aggravato, e tradotto presso la Casa Circondariale di Ragusa, a disposizione del Pubblico Ministero di turno della Procura di Ragusa. (AdnKronos)