Sanità, in crescita del 30% diagnosi del melanoma in Sicilia

Tra il 2009 e il 2018 in Sicilia, le nuove diagnosi di melanoma sono aumentate del 30%. Nel 2018 infatti sono stati registrati 600 casi (300 uomini e 300 donne), nel 2009 erano circa 460 (280 uomini e 183 donne). Un incremento significativo, anche se inferiore rispetto a quello registrato a livello nazionale dove le diagnosi sono raddoppiate. Il dato e’ emerso dalla tappa di “Mela Talk”, che si e’ svolta sabato scorso a Palermo presso il Policlinico Giaccone. Il progetto, realizzato con il contributo incondizionato di Bristol-Myers Squibb, prevede un ciclo di incontri rivolti ai pazienti su tutto il territorio nazionale. “In Italia vivono circa 155mila cittadini dopo la diagnosi di melanoma – dice la prof.ssa Paola Queirolo, responsabile scientifico di ‘Mela Talk’ e direttore Divisione melanoma, sarcoma e tumori rari presso l’Istituto Europeo di Oncologia (IEO) di Milano -. Oggi abbiamo a disposizione armi efficaci per combattere questa neoplasia, come l’immuno-oncologia e le terapie a bersaglio molecolare. I progressi della ricerca scientifica, uniti alle campagne di prevenzione sostenute con forza anche dalle associazioni dei pazienti, si traducono nel costante incremento dei cittadini vivi dopo la diagnosi”. Il melanoma colpisce di piu’ nel Nord del nostro Paese. Nel 2018, le nuove diagnosi riscontrate nel Mezzogiorno rispetto al Settentrione sono state il 45% in meno tra gli uomini e il 42% in meno tra le donne. (ANSA)