Pesca, allarme a Lampedusa: segnale Gps a volte non si rileva

E’ da piu’ di un mese che il segnale satellitare utilizzato soprattutto dai pescatori non funziona bene nello specchio d’acqua lampedusano lasciando cosi’ i pescherecci senza punti di riferimento. A dare l’allarme sono stati alcuni pescatori che dicono di non essere piu’ nelle condizioni di potere lavorare. “E’ tutto molto strano, – ha detto Salvatore Maggiore pescatore di lungo corso lampedusano – da quasi piu’ di un mese, nel mentre stiamo in mare aperto il segnale satellitare si interrompe lasciandoci cosi’ senza potere piu’ continuare la pesca. Senza il segnale satellitare, infatti, non possiamo capire se stiamo pescando in una zona dove sul fondale c’e’ qualche imbarcazione affondata rompendo cosi’ le reti e non possiamo raggiungere i punti di pesca, che sono il nostro patrimonio”.

“Le interruzioni del segnale – ha continuato – si intensificano soprattutto durante le ore notturne”. Anche il presidente della associazione dei pescatori di Lampedusa Piero Billeci, ha confermato il problema. Interpellato il personale di capitaneria di porto, guardia di finanza e carabinieri, non hanno saputo dare indicazioni. Anche la marineria di Mazara del Vallo che lavora nell’area di pesca pelagica ha problemi e piu’ di un armatore, ha cambiato gli strumenti che rilevano il segnale satellitare ma senza ottenere risultati. A quanto sembra i problemi sarebbero diversi, la rete satellitare europea Galileo non sta funzionando per cause tecniche che dovrebbero essere risolte a breve. La Resilient navigation and timing foundation (rnt), di cui fanno parte 14 organizzazioni marittime di tutto il mondo, dice che sarebbero in corso due tipi di attacchi al segnale satellitare che possono provocare lo jamming e lo spoofing; due pratiche che interferiscono con i segnali dei sistemi globali e che possono mettere in pericolo le navigazioni. Lo jamming e’ l’occultamento del segnale GPS mentre lo spoofing che utilizza sistemi piu’ sofisticati consente la creazione di falsi segnali GPS inducendo le navi a seguire un falso segnale e quindi una rotta sbagliata. Per i segnali che utilizzano gli aerei non sono stati segnalati problemi. (ANSA)