Andrea Camilleri, Santa Croce Camerina gli intitolerà una piazza

La fortuna turistica di Punta Secca, frazione marina di Santa Croce Camerina, nel Ragusano, nasce dalla popolare fiction del commissario Montalbano uscito dalla fantasia dello scrittore Andrea Camilleri, morto oggi a Roma. Nel borgo marinaro ragusano si trova l’abitazione del commissario che la casa di produzione Palomar “requisisce” per i giorni utili alle riprese dei nuovi episodi tv. A sceglierla anni fa lo sceneggiatore Luciano Ricceri insieme al regista della fortunata fiction Alberto Sironi e al location man di Ragusa, Pasquale Spadola.

Proprio la popolarita’ della fiction tv ha reso famosa in tutto il mondo piazza Torre a Punta Secca dove e’ situata la casa di Montalbano, diventata meta preferita di tutti i turisti che arrivano in provincia di Ragusa. “Quella di Andrea Camilleri – dice il sindaco Giovanni Barone – e’ una perdita dolorosa per tutta la comunita’ di Santa Croce. Con lui se ne va un padre nobile della Sicilia e una penna sublime, capace di segnare la cultura del nostro tempo. E’ al maestro di Porto Empedocle, inventore di Vigata e ispiratore della fiction del commissario Montalbano, che il comune di Santa Croce deve le sue fortune televisive e turistiche. Per questo gli saremo eternamente grati”.

La fiction ha celebrato e arricchito sul piano turistico la provincia di Ragusa, rendendo Punta Secca un angolo privilegiato ed e’ per questo che il comune di Santa Croce Camerina pensa ora di intitolare piazza Torre a Camilleri. Lo scrittore durante le riprese dei primi episodi tv del Commissario Montalbano e’ stato anche sul set, come ricorda Pasquale Spadola, attore e location man ragusano: “Si divertiva molto e contaminava col suo buon umore tutta la troupe. Quando lui arrivava sul set era un un avvenimento”. Spadola ha un ricordo di attore di Camilleri nel film ‘La strategia della maschera’ girato nel 1994 all’interno del museo di Kamarina dal regista Rocco Mortelliti che e’ stato suo genero. “Ho recitato insieme a lui in quel film – ricorda – io interpretavo il ruolo del medico di fiducia. Era anche un bravo attore”. (ANSA)