Sea Watch, legale Rackete: Salvini fomenta clima di odio

“Che il clima di odio ci sia e venga alimentato da dichiarazioni aggressive, irresponsabili e false, come quelle che il ministro Salvini ha presentato nei suoi profili social e’ pacifico”. Lo ha detto l’avvocato Alessandro Gamberini, difensore della trentunenne tedesca Carola Rackete all’uscita dal tribunale di Agrigento. “Un conto che lo fa uno al bar, un altro e’ se arrivano da un uomo che ha responsabilita’ istituzionali. In questo senso noi crediamo – ha aggiunto il legale – che questo abbia una valenza istigatoria. Crea come un grande macigno buttato nello stagno, grandi ripercussioni”. “Il ministro degli Esteri dice espressamente che la Libia non e’ un porto sicuro – ha aggiunto il legale -. Questo esigerebbe, se fossimo in una situazione coerente, che i Paesi europei si obbligassero a presidiare le acque Sar libiche. Criminalizzare le associazioni umanitarie per quello che dovrebbero fare i Paesi europei e’ una cosa incoerente, una vergogna. La motovedetta libica che si e’ avvicinata esibiva un’insegna del comandante di una milizia ed e’ una cosa documentata”. (ANSA)