”Sagra del Pane e dei Grani Antichi” fino a domani a Calamonaci

A Calamonaci prosegue fino a domani 21 luglio la prima “Sagra del Pane e dei Grani Antichi” promossa dall’amministrazione comunale. Quattro giorni di festa e di laboratori gastronomici per ricostruire la storia del grano siciliano e del pane di una volta. “L’obiettivo della sagra – spiega il sindaco Pino Spinelli – è quello della riscoperta degli antichi sapori e delle antiche tradizioni enogastronomiche e non solo che hanno caratterizzato la storia di ognuno di noi. Tradizioni – aggiunge il primo cittadino – che caratterizzano un popolo intriso di valori quali la semplicità e la condivisione. Sarà una quattro giorni che vedranno alternarsi workshop a momenti musicali, seminari a iniziative dedicate ai bambini, il tutto incentrato sul tema della panificazione e della coltivazione di grani che stanno ritornando sulle nostre tavole, a tutto beneficio della nostra salute.

Il pane è l’alimento principe della nostra dieta mediterranea, brand ormai famoso e apprezzato in tutto il mondo e mai come oggi, in un’era 2.0 che ci vede sempre frenetici, rappresenta il piacere della lentezza e la riscoperta del tempo e di quei sapori che ci riportano a fare un viaggio indietro nel tempo ai ricordi dell’infanzia”. Si riscoprono i “grani antichi” nell’Agrigentino e si valorizzano le tradizioni di una volta nella preparazione del pane, della pasta e della pizza. Un patrimonio agroalimentare da tutelare e tramandare anche per la promozione culturale e turistica del territorio quello rappresentato da grani come Tumminia, Romano, Russello, Perciasacchi, Maiorca e altre decine di varietà che la Sicilia offre grazie alle particolari e variegate condizioni climatiche e microclimatiche del territorio.

L’evento – presentato dalla giornalista Rosy Abruzzo – è patrocinato dall’Ars, dall’assessorato regionale dell’Agricoltura dello Sviluppo Rurale e della pesca Mediterranea, dall’Università degli studi di Palermo e dalla Camera di Commercio di Agrigento. Fotogallery pubblicata su Facebook da Rosy Abruzzo, che ha commentato: “Splendido esordio per questa giornata inaugurale tra Grani antichi, il Calamonacum, la farina dedicata a Calamonaci, la cultura, la musica e il gusto della tradizione”.