Montallegro, tutto pronto per la Sagra del Pomodoro Siccagno 2019

Tutto pronto per la terza edizione della Sagra del Pomodoro Siccagno di Montallegro. L’appuntamento è l’8 e il 9 agosto. Giovedì 8 agosto, alle ore 19, l’inaugurazione in piazza Giovanni Paolo II dei banchi di degustazione dei prodotti tipici locali a cura Associazione Cuochi Agrigento “Salvatore Schifano”. Alle ore 22, nel piazzale Agip, spettacolo di cabaret con Marco Manera.

Previsti anche eventi culturali al Museo della Civiltà Contadina. Venerdì 9 agosto alle ore 19 l’inaugurazione di un’estemporanea di pittura e mostra di prodotti artigianali in piazza Giovanni Paolo II. Alle ore 22, nel piazzale Agip, spettacolo musicale del gruppo Orchidea. La manifestazione per la valorizzazione e promozione del Pomodoro Siccagno è promossa dall’amministrazione comunale di Montallegro guidata dal sindaco Caterina Scalia (nella foto).

“La particolarità del Pomodoro Siccagno è che viene coltivato senza utilizzare l’acqua. Questa metodologia consente al frutto – si legge su www.innaturale.com – di presentare caratteristiche organolettiche eccezionali e un gusto inimitabile. Il nome Siccagno deriva, appunto, dal metodo di coltivazione che non prevede irrigazione. Questo è possibile grazie a delle particolarità specifiche del territorio dove esso viene coltivato. Il terreno della zona infatti è ricco di argille e particolari sabbie che consentono un’ottima autoregolazione idrica del suolo. Nonostante le alte temperature estive il particolare clima della zona consente all’aria di mantenere un corretto grado di umidità, adatto alla crescita dei pomodori. Questo tipo di coltivazione inoltre riduce al minimo la necessità di concimazione e di somministrazione di antiparassitari.

Questo pomodoro non costituisce una specie vera e propria, essendo di fatto un incrocio di diverse varietà locali, presenta. Il frutto si presenta di piccole dimensioni ma le sue proprietà sono svariate. Il particolare metodo produttivo infatti gli consente di avere un basso apporto calorico ma elevati livelli di vitamine e antiossidanti, un vero toccasana. Questo particolare pomodoro nasce nell’entroterra siciliano per soddisfare il consumo familiare, solo di recente la produzione si è aperta al mercato, presentando un prodotto davvero eccezionale, ulteriore perla di una terra ricca di bellezza e gusto”.