Migranti, Bernini: a Lampedusa per riconoscenza ai nostri militari

“Ognuno e’ libero di scegliersi la propria spiaggia. Io oggi a Lampedusa perche’ ho un debito di coscienza e riconoscenza con le donne e gli uomini in divisa da anni impegnati a soccorrere barconi di immigrati”. Lo dichiara la presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini oggi in visita a Lampedusa. “Una risposta alla sinistra che ha trasformato la capitana Carola in una specie di eroina shakesperiana, nonostante la violazione dei nostri confini e il tentativo di speronamento alla motovedetta della Guardia di Finanza che poteva avere conseguenze tragiche. “Dei finanzieri che hanno rischiato la vita facendo il proprio dovere non ha parlato piu’ nessuno – scrive Bernini – e questo e’ incredibile e inaccettabile, perche’ il mantra buonista dell’accoglienza indiscriminata porta al suicidio di una nazione e finisce per dipingere come buoni samaritani i trafficanti di esseri umani, che sono invece criminali”.