Pd dei territori: “La crisi di Governo non blocchi i cantieri siciliani”

I deputati regionali dell’Area “Pd dei territori”, Catanzaro, Di Pasquale, Arancio e Gucciardi, intervengono oggi sulle novità riguardanti i decreti attuativi del cosiddetto fondo salva imprese, i quali rischiano di essere bloccati dalla crisi di governo, scatenatasi nelle ultime ore a Roma. Per i 4 deputati sarebbe gravissimo se, per questione di alchimie e tattiche politiche di bassa lega, si sacrificaasse l’aspettativa della Sicilia nel vedere sbloccate opere infrastrutturali fondamentali per il rilancio dell’intera regione, mortificando i diritti di migliaia di lavoratori e di centinaia di aziende, che solo fino a qualche tempo fa avevano gioito per l’approvazione del fondo stesso. “Si parli meno di poltrone e si lavori di più per l’interesse dei territori” dichiarano oggi i 4 deputati Dem, i quali rilanciano ancora una volta il tema delle Infrastrutture stradali di collegamento fra le aree metropolitane e i territori interni. “Esistono opere, quali la Palermo Agrigento, la Caltanissetta Agrigento o la Ragusa-Catania, che non possono attendere i comodi della politica; si faccia cinque presto e si adottino i decreti attuativi che consentano di sbloccare tali cantieri, rasserenando i lavoratori e mettendo in cassaforte le loro prerogative e i loro diritti”. “Se la politica” concludono i 4 parlamentari regionali Dem “smette di essere al servizio dei cittadini e diventa irresponsabile gioco di poltrone perde di senso e di significato”