Migranti, medico Cisom: su Open Arms 20 casi di scabbia ma anche di cistite emorragica e altre patologie

Per lo staff Cisom salito a bordo della Open Arms tra i 147 naufraghi (95, uomini, 21 donne e 31 minori) ci sarebbero diversi casi di scabbia ma anche di cistite emorragica e altre patologie. Il medico Katia Valeria Di Natale e l’infermiere Daniele Maestrini, nel documento firmato dopo l’ispezione, scrivono che “20 migranti hanno la scabbia con sovra-infezione batterica e pustole” e a “bordo non e’ presente permetrina per il trattamento della parossistosi”. “Numerosi – sostiene lo staff Cisom – sono i casi di cistite semplice ed emorragica resistente al trattamento antibiotico che scarseggia”. Dei 13 naufragi scesi dalla Open Arms ieri, faceva parte un minore con un timpano perforato ed otite media purulenta. Cisom segnala anche “un uomo con artrite settica del ginocchio sviluppata dopo la rimozione di sei colpi di pistola in Libia, una donna con ustioni da carburante e un uomo con ferite da arma da fuoco ma entrambi in remissione”. E ancora: “una donna soffre di crisi epilettiche, ma e’ trattata e stabile” e un uomo una cisti pilonidale infetta”. “Diversi migranti – si legge nella relazione – presentano infezioni della cute verosimilmente di origine stafilococcica”. (ANSA)