Andrea Camilleri, ”sfregio” nella sua Porto Empedocle: a pezzi manifesto omaggio

Il manifesto del trigesimo di Andrea Camilleri, fatto affiggere dal Comune di Porto Empedocle davanti alla statua di Montalbano, nel centro della citta’, dove e’ stata collocata pure una corona di fiori, e’ stato strappato in mille pezzi. Gli autori del gesto hanno poi gettato la carta a pochi centimetri di distanza. Il manifesto del Comune che, un mese fa, annunciava la morte dello scrittore, fatto stampare anche in quella circostanza dal Comune, aveva invece provocato polemiche per i numerosi errori grammaticali e ortografici. (AGI)