Cooperazione: a Tokyo conferenza rapporti tra Africa, Italia e Giappone

Sabato 31 agosto 2019 si è svolta presso l’Università Sophia di Tokyo la seconda edizione della conferenza internazionale “New Visions of Africa – Africa, Italy and Japan”. La Conferenza, patrocinata dall’Ambasciata d’Italia in Giappone, è un progetto partner del Summit TICAD7 (Tokyo International Conference on Africa’s Development). Vi hanno preso parte oltre 500 tra studenti, accademici, rappresentanti dei media, delle istituzioni e della comunità diplomatica. «Siamo orgogliosi di questa iniziativa, sostenuta dai Ministeri degli Esteri del Giappone e dell’Italia e cui partecipano convintamente alcuni tra i più qualificati esponenti delle società civili dei due Paesi. Portiamo così all’attenzione del grande pubblico, all’immediato indomani e nel contesto del VII Vertice TICAD, le principali tematiche del futuro con il pieno coinvolgimento dei nostri Partner africani» – così Giorgio Starace, Ambasciatore d’Italia in Giappone.

Organizzata dalla Comunità di Sant’Egidio, dalla Rissho Kosei-kai e dall’Università Sophia, l’iniziativa intende arricchire e approfondire il dialogo e la collaborazione italo-giapponese per l’Africa e con l’Africa. Sono intervenuti, tra gli altri, il Vice Ministro degli Affari Esteri del Giappone Sato Masahisa, il Presidente della Japan International Cooperation Agency (JICA) Kitaoka Shinichi e l’Arcivescovo di Tokyo Kikuchi Isao. Per la Comunità di Sant’Egidio ha preso la parola Mauro Garofalo. Fabrizio Nava ha inoltre illustrato attività e priorità della Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo della Farnesina. In occasione della Conferenza hanno preso la parola personalità giunte appositamente dall’Africa, anche al più alto profilo istituzionale, tra le quali il Presidente della Repubblica Centrafricana Faustin-Archange Touadéra, Khalid Boudali per l’Unione Africana e il Ministro allo Sviluppo del Regno del Lesotho Tlohelang Aumane. Ha assistito alla Conferenza anche la Ministra della Salute dell’Uganda, Jane Ruth Aceng. «La realizzazione di questa seconda conferenza internazionale ci dice come New Visions of Africa sia diventato un evento significativo e d’impatto, nonché una concreta piattaforma di cooperazione trilaterale tra Giappone, Italia e Africa». Questo il commento di Alberto Quattrucci a nome della Comunità di Sant’Egidio. «Sant’Egidio, che ha realizzato negli anni passati progetti di sviluppo in diversi Paesi africani, sia con il Governo italiano sia con quello giapponese, si impegna a dare continuità a questo processo e al dialogo tra società civili».