Pensioni, Proietti (Uil): governo continui a cambiare legge Fornero

“Il nuovo Governo deve continuare a cambiare la legge Fornero sulle pensioni”. Lo sostiene Domenico Proietti, segretario confederale Uil, secondo cui “dopo Ape sociale e Quota 100, che vanno confermate, e’ necessario garantire una flessibilita’ per tutti i lavoratori tra i 62 e i 63 anni”. “Si deve stabilire – afferma Proietti – che 41 di contributi sono sufficienti per andare in pensione a prescindere dall’eta’; bisogna prorogare opzione donna e valorizzare ai fini previdenziali il lavoro di cura e la maternita’; affrontare il tema delle future pensioni di giovani, prevedendo dei contributi figurativi che coprano i buchi contributivi dovuti alla precarieta’; occorre rivalutare le pensioni in essere eliminando il blocco che dura da otto anni; completare la salvaguardia degli esodati; rilanciare le adesioni ai fondi pensioni con un semestre di silenzio assenso, migliorando la fiscalita’ incentivante. Su questi temi – conclude il sindacalista – il Governo deve aprire un confronto con i sindacati, per trovare utili soluzioni per i lavoratori e per il Paese”. (AGI)