Migranti, Salvini indagato per sequestro di persone: Tribunale ministri dovrà decidere su rinvio a giudizio o archiviazione

Il Tribunale dei ministri è una sezione specializzata del tribunale ordinario competente per i reati commessi dal presidente del Consiglio dei ministri e dai ministri nell’esercizio delle loro funzioni (i cosiddetti ”reati ministeriali”). Saranno i tre giudici di Catania Nicola La Mantia, Sandra Levanti e Roberto Corda, a occuparsi dell’indagine che vede indagato l’ex ministro Matteo Salvini per sequestro di persona per la nave Gregoretti della Guardia costiera. Il Tribunale dei ministri, in questo caso di Catania, è costituito presso il tribunale del capoluogo del distretto di corte d’appello competente per territorio dove il reato ministeriale è stato commesso. L’inchiesta era stata aperta da Siracusa che poi aveva trasmesso gli atti a Catania, come era successo con Agrigento e Palermo. Entro novanta giorni dal ricevimento degli atti, compiute le indagini preliminari e sentito il pubblico ministero, il Tribunale dei ministri deve scegliere se archiviare l’indagine, decisione definitiva e non appellabile, oppure o richiedere il rinvio a giudizio trasmettendo gli atti al procuratore della Repubblica, che li rimetterà a sua volta al Presidente del Senato. (AdnKronos)