Confindustria: ”Governo non può smontare Quota 100 e reddito di cittadinanza”

“Non siamo noi a dover determinare le priorita’ ma e’ evidente che il governo entrante non può smontare le cose che ha fatto prima. E’ chiaro pero’ che c’e’ un nodo risorse con questo deve fare i conti”. E’ il leader di Confindustria, Vincenzo Boccia, a margine di un convegno a Matera a rispondere a chi gli chiedeva se gli imprenditori avrebbero richiesto anche all’attuale governo, l’abrogazione di due provvedimenti particolarmente invisi, Quota 100 e il Reddito di Cittadinanza. ” Noi vogliamo dire piuttosto un’altra cosa: cambiamo il metodo di ragionamento. Stabiliamo cioè prima quali effetti sull’economia reale vogliamo realizzare, per esempio l’incremento dell’occupazione, l’inclusione dei giovani. E poi, da questo, definiamo dei provvedimenti che abbiano impatto su questi temi . Non facciamo il contrario per cui si fanno proposte per coprire ora una ora l’altra categoria ma senza avere effetti rilevanti sull’economia reale”, spiega. “Bisogna ripartire da qui se vogliamo avere una visione paese e ricominciare a governarlo. Dobbiamo uscire da quella dimensione continua di campagna elettorale in quella che abbiamo chiamato il presentismo e il tatticismo”, conclude. (Tes/Adkronos)