”Aziende sequestrate e confiscate, quale futuro”, incontro a Montevago il 30 settembre

Terza iniziativa della Fillea-Cgil sulla legalità. Quest’anno il tema è: “Aziende sequestrate e confiscate, quale futuro”. “Lo affrontiamo ancora una volta a Montevago al Baglio Ingoglia (lunedì 30 settembre alle ore 16:30) presso i ruderi della cittadina devastata dal terremoto”, spiega in una nota il segretario provinciale della Fillea-Cgil di Agrigento Vito Baglio.

“Siamo in un territorio – aggiunge il sindacalista – dove ancora operano due aziende confiscate in via definitiva: Calcestruzzi Belice srl e La Inerti srl ed altre interessate da provvedimenti di sequestro che non sono più in attività. La Fillea-Cgil segue ormai da anni i lavoratori di queste aziende ed è molto attenta alle loro sorti. Inoltre, da più di un anno segue i lavoratori della Romano Calogero di Racalmuto azienda interessata ad un provvedimento di sequestro e prossima ad un pronunciamento o meno di confisca da parte del tribunale. Tutti questi lavoratori saranno presenti all’iniziativa”.

Interverranno, tra gli altri, il prefetto di Agrigento Daio Caputo, il sindaco di Montevago Margherita La Rocca Ruvolo e il segretario nazionale della Fillea-Cgil Graziano Gorla.