Montallegro, bonificato il laghetto Gorgo (VIDEO)

Decine di operai forestali e diversi mezzi in questi giorni al lavoro per la bonifica dell’area del laghetto Gorgo, che è anche un’oasi gestita dalla Lipu meta di appassionati naturalisti e soprattutto degli amanti di birdwatching. L’intervento è tra quelli previsti dalla Regione per la pulizia di un centinaio di torrenti, fiumi, laghi e dighe in Sicilia in modo da consentire il libero e regolare deflusso delle acque. Cinque le opere previste nell’Agrigentino per 700mila euro: lago Gorgo, lago Arancio, diga Castello, diga Furore, diga San Giovanni. A coordinare gli interventi è il dipartimento dello Sviluppo rurale, guidato da Mario Candore, in collaborazione con altri rami dell’amministrazione: l’Autorità di bacino – istituita da Palazzo d’Orleans dopo trent’anni di assenza – ha individuato i criteri di priorità da seguire; il Dipartimento regionale tecnico, attraverso gli uffici periferici del Genio civile, invece, ha segnalato i tratti dei corsi d’acqua critici che necessitavano di pulizia.

Nella scelta dei lavori si è data la precedenza a fiumi e torrenti vicini ai centri abitati o ad attraversamenti stradali, ferroviari e infrastrutturali, come il caso del laghetto Gorgo adiacente alla Ss 115 in territorio di Montallegro. Gli interventi di taglio della vegetazione infestante, che vengono svolti da operai forestali, riguarderanno anche le aree nei pressi delle vasche di dissipazione di alcune dighe, gli alvei immediatamente a valle delle stesse e le zone in corrispondenza delle stazioni idrometriche. Questo l’elenco delle dieci opere finanziate in provincia di Agrigento: Canicattì (Fiume Naro in corrispondenza con il vallone Carnara fino alla foce), 500mila euro; Aragona (Valloni Aragona-Coda di volpe e Occhiobianco in corrispondenza della confluenza con il torrente Cantarella), 200mila euro; Burgio, due interventi (eliminazione del pericolo di occlusione del Torrente Tina e riparazione dei danni alluvionali nel Torrente Garella), 225mila euro; Cammarata, due interventi (Valloni Passo del barbiere e Congeria e manutenzione di un tratto del Vallone Scrudato), 525mila euro; Sciacca (manutenzione corso d’acqua in località San Giorgio), 380mila euro; Licata, tre interventi (Torrenti della Palma, La Manca Safarella, Vallone Follina, Canale Mollarella ed affluenti, Canale Fiumevecchio, ostruzione della foce del Fiume Salso), un milione di euro.