Infrastrutture, Cancelleri: riparte la Agrigento-Caltanissetta e non solo

“Sono ripartiti o stanno per ripartire i cantieri sulla Agrigento-Caltanissetta. Questo ci da’ la possibilita’ entro fine di quest’anno di potere aprire altri sette chilometri di strade. Siamo quasi in dirittura per ridare a quel territorio una normalita’ che da troppo tempo manca”. Ad annunciarlo e’ il viceministro alle Infrastrutture e trasporti Giancarlo Cancelleri al termine dell’incontro con il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, a Palazzo d’Orleans, a Palermo, facendo anche il punto su altre importanti opere per l’Isola: la Ragusa-Catania e la Siracusa-Gela. “Ci sono ancora nodi da sciogliere – ha proseguito – per questo giorno 9 ottobre e con cadenza quindicinale, ho convocato un tavolo tecnico permanente a Roma con Cmc, Anas, Integra, il comitato dei creditori”. Altro nodo e’ la Ragusa-Catania: “Su questo lavoreremo bene perche’ vogliamo che questa infrastruttura di grande importanza ottenga il si’ definitivo per la sua realizzazione. Si aspetta ancora la valutazione dell’Ordine degli ingegneri di Roma ma entro la fine di quest’anno il Cipe ci dovra’ dire se il progetto e’ valido e si puo’ realizzare. Se dovessimo avere una risposta positiva in entrambi i casi, potremmo gia’ da gennaio prossimo avviare una nuova fase che vedra’ protagonisti la Regione e l’Anas per la messa a bando e la costruzione di un’opera che si attende da anni”. Sulla Siracusa Gela, infine, “si e’ parlato anche della possibilita’, e su questo faremo il punto con l’assessore Falcone e Anas nazionale, di aggredire i tempi di realizzazione dell’opera. E capire se c’e’ la volonta’ da parte di Anas di aprire i cantieri sul versante di Gela. Su questo coinvolgero’ direttamente il ministro De Micheli”. (AGI)