La prima uscita pubblica di Capodicasa dopo il malore, a Montevago per convegno su beni confiscati alla mafia

A Montevago la prima uscita pubblica dell’ex presidente della Regione siciliana Angelo Capodicasa dopo il grave malore che lo ha colpito parecchi mesi fa facendo temere per la sua vita. L’occasione propizia si è avuta stasera in occasione della terza iniziativa nazionale della Fillea-Cgil sulla legalità sul tema: “Aziende sequestrate e confiscate, quale futuro” che si è svolta al Baglio Ingolia, tra i ruderi del vecchio centro belicino distrutto dal terremoto del ’68. Capodicasa, parlamentare di lungo corso che si era occupato anche della Calcestruzzi Belìce di Montevago, è stato accolto dal sindaco Margherita La Rocca Ruvolo e da tutti i presenti con abbracci e baci. L’ex viceministro delle Infrastrutture ha preferito non prendere la parola e non rilasciare dichiarazioni. “Sono venuto qui per ascoltare”, ha detto.

Qui il video con le immagini dell’incontro e le interviste al sindaco di Montevago Margherita La Rocca Ruvolo e al segretario provinciale della Fillea-Cgil Vito Baglio.