Educational plastic free per insegnanti: da Eraclea Minoa e Torre Salsa tra bosco, mare e archeologia

Si è svolto ieri l’educational per insegnanti organizzato dall’associazione Marevivo presso il centro di educazione ambientale Oasi Marevivo di Eraclea Minoa. Settanta insegnanti provenienti da 40 scuole di ogni ordine e grado della provincia agrigentina, sono stati guidati dagli educatori ambientali dell’associazione nella visita di alcuni dei siti tra i più belli del territorio nella fascia costiera che va da Capo Bianco a Torre Salsa, passando per i comuni compresi tra Ribera e Siculiana (AG). L’incontro organizzato per diffondere le informazioni relative ai progetti e alle campagne che Marevivo sta sviluppando e che interagisconoa pieno titolo con la scuola, l’educazione civica e la tutela dell’ambiente.

“Marevivo ritiene estremamente importante coinvolgere la scuola in tutte le iniziative messe in campo quest’anno e che ci impegnaranno per tanto tempo a venire, perché riteniamo che sensibilizzare giovani e educatori è strategico per superare le povertà culturali che costituiscono una delle cause della disaffezione al territorio e all’ambiente – afferma Fabio Galluzzo responsabile della delegazione siciliana di Marevivo – Puntiamo moltissimo al coinvolgimento dei giovan,i che da più parti del mondo si stanno mobilitando per richiamare gli adulti ad una presa di coscienza che assicuri loro un futuro, e per questo crediamo sia indispensabile trasferire ai loro insegnanti informazioni e nuove metodologie d’intervento che avvicinino i giovani al loro territorio per conoscerlo, apprezzarlo guidandoli alla consapevolezza e al dovere che sta in capo a tutti del rispetto e della tutela”.

Presentato ai partecipanti ance l’accordo di rete Scuole Plastic Free per un futuro sostenibile, che ha già iniziato a collegare centinaia di scuole di tutta Italia nell’impegno di non utilizzare più all’interno degli istituti scolastici la plastica monouso, ma che agevolerà anche lo scambio da Nord a Sud di buone prassi, di progetti e alleanze volte a garantire ai giovani attenzione e possibilità di maggiore crescita civica e culturale. Diffusi anche gli obiettivi del progetto Halycòs, che Marevivo sta sviluppando con il sostegno della Fondazione CON IL SUD, intervento della durata di circa 3 anni che mira a promuovere e valorizzare la Riserva della Foce del Fiume Platani nel comune di Ribera (AG) con l’installazione di una barriera blocca plastica.

“E’ nostra intenzione portare presso la Foce un gran numero di studenti siciliani per spiegare i contenuti del progetto, ma ancheper illustrare le cause che provocano l’inquinamento dei fiumi e del mare e tentare di far sviluppare idee utili alla promozione e valorizzazione dell’area di riferimento – continua Fabio Galluzzo – Il progetto avrà un futuro dopo la sua conclusione, se saremo capaci di suscitare tra i partecipanti l’attaccamento e la nascita di idee progettuali utili a trasformarsi in occasioni di sviluppo per questoi territorio, che per l’assenza di possibilità lavorative vede andar via, oramai, troppi giovani”. I partecipanti alla giornata hanno avuto modo di apprezzare le bellezze dei luoghi visitati, ma anche l’approccio trascinante dei giovani operatori di Marevivo che con dovizia di particolari hanno svolto brevi lezioni di biologia marina, botanica e geologia, con un occhio sempre attento al mare e a un sano divertimento all’aria aperta.