Mafia, Fava: ”Antoci se la prenda con eventuali autori simulazione attentato”

“Voglio essere chiaro, se dalle indagini dovesse emergere che si e’ trattato di una vera messinscena non siamo di fronte a un ‘mascariamento’ ma di reati. E se le indagini dovessero arrivare a questa conclusione, Antoci dovrebbe sentirsi ‘mascariato’ semmai da chi ha simulato a suo danno cose che poi non sono mai accadute”. A dirlo il presidente della Commissione regionale antimafia Claudio Fava, a Palazzo dei Normanni, sulla relazione conclusiva dell’indagine sull’attentato subito dall’allora presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci, la notte tra il 17 e il 18 maggio 2016. “Se l’ipotesi di messinscena dovesse rilevarsi vera ci sarebbero della responsabilita’ in capo ad alcune persone presenti su luogo del presunto attentato – ha proseguito Fava – in particolare di un funzionario e di tre agenti della polizia di Stato: e’ chiaro che la simulazione avrebbe dovuto avere la disponibilita’ operativa di almeno tre persone presenti sul luogo. In questo caso, se venisse dimostrata una messinscena, Antoci sarebbe vittima di chi l’ha architettata”, ha concluso. (AGI)