Riserva foce del Platani, corso Marevivo per 10 educatori ambientali

E’ stato pubblicato ieri il bando del nuovo corso di formazione per educatori ambientali promosso dall’associazione Marevivo. In particolare saranno formate figure da destinare alla promozione delle attività che saranno sviluppate nella riserva naturale orientata della foce del fiume Platani, tra Cattolica Eraclea e Ribera, nell’ambito del progetto Halykòs sostenuto dalla fondazione “Con il Sud”.

L’obiettivo del corso, di legge nel bando, è la “conoscenza della riserva della foce del Platani e l’acquisizione di competenze su tematiche ambientali e inquinamento, sull’attuazione e la promozione di servizi ecocompatibili volti alla valorizzazione e fruizione della riserva e del territorio”. La durata del corso, rivolto 10 partecipanti di età compresa tra 18 e 39 anni residenti in un comune della Regione Siciliana, è di 60 ore. Le lezioni si terranno a Ribera dal 5 al 21 dicembre, dal lunedì al sabato per 4 ore al giorno. Ai partecipanti sarà rilasciato un certificato di frequenza. La domanda di ammissione deve essere redatta in carta semplice, il modulo è scaricabile sul sito marevivosicilia.it. La domanda dovrà pervenire presso la sede agrigentina di Marevivo in via Isola D’Elba, 13, 92100 Agrigento a mezzo posta o tramite mail all’indirizzo agrigento@marevivo.it entro le ore 14 del 15 novembre 2019.

La partecipazione al corso è gratuita ed è prevista la dotazione di tutto il materiale didattico individuale, collettivo e di quello di consumo. Ai fini del conseguimento del certificato di partecipazione, la frequenza è obbligatoria, il numero massimo di assenze permesso è pari a 30% delle ore complessive del corso. Per ulteriori informazioni contattare l’associazione Marevivo delegazione provinciale di Agrigento: scrivendo una mail ad agrigento@marevivo.it o telefonando al 334/7059354. La selezione, che sarà effettuata solo nel caso in cui il numero di candidati sia superiore ai posti disponibili, sarà articolata in una verifica dei requisiti minimi di ammissibilità, un colloquio individuale e la valutazione del possesso di altri titoli di studio o esperienze professionali certificate e coerenti con la figura in uscita, che per la determinazione del punteggio finale saranno considerati titoli preferenziali. La graduatoria degli idonei sarà stilata sulla base dei requisiti posseduti e sull’esito delle prove di selezione. La data della selezione, se necessaria, verrà comunicata successivamente alla scadenza del bando.

“La finalità principale dell’intervento – viene spiegato in una nota di Marevivo – è favorire dieci giovani nel processo di acquisizione e potenziamento di competenze professionali nel campo dell’educazione e della tutela ambientale, dell’escursionismo e dello sport naturalistico per la promozione e valorizzazione di beni demaniali della riserva naturale orientata della foce del fiume Platani. I corsisti saranno successivamente impegnati in altre azione previste dal progetto Halykòs  volte all’informazione e prevenzione dell’inquinamento e alla riqualificazione, valorizzazione e fruizione della riserva con l’ottimizzazione e la promozione di nuovi servizi”.

Il progetto Halykòs avrà la durata di circa tre anni e prevede anche l’installazione di una barriera blocca plastica alla foce del Platani. “Marevivo tiene tantissimo a questo progetto – ha dichiarato il delegato regionale Fabio Galluzzo – perché oltre al forte contenuto educativo che lo contraddistingue, può trasformarsi in un valido strumento di verifica tecnica della funzionalità del meccanismo di bloccaggio rifiuti, che in futuro potrebbe essere allargato ad altri tipi di inquinanti oltre alla plastica, divenendo così una delle soluzioni più risolutive del problema”.