Migranti: mille euro a testa per sbarcare, 4 scafisti fermati a Pozzallo

Quattro scafisti fermati dalla polizia di Stato a seguito dell’arrivo nella serata del 17 ottobre di 164 migranti a Pozzallo. Si tratta di tre algerini e un tunisino di eta’ compresa tra i 28 e i 35 anni. Secondo i testimoni sono loro che hanno condotto l’imbarcazione, partite dalle coste libiche. I migranti sono dapprima sbarcati a Lampedusa tra il 12 e il 16 ottobre, ma subito dopo sono stati trasferiti presso l’hotspot di Pozzallo. Il tunisino e’ accusato di avere condotto una barca in legno con oltre 100 migranti a bordo; i tre algerini un’altra barca in legno con circa 60 persone a bordo. Sono state raccolte le dichiarazioni dei passeggeri che hanno individuato gli scafisti che fino a poco prima della partenza dialogavano con i complici in Libia. I testimoni hanno raccontato di aver pagato circa mille euro a testa. La procura di Agrigento, dopo aver esaminato le prove raccolte dalla polizia giudiziaria, ha disposto il fermo di indiziato di delitto degli indagati. La Squadra mobile di Ragusa ha eseguito il fermo di due degli indagati, mentre il terzo e’ stato eseguito dalla Squadra mobile di Caltanissetta dove subito dopo l’arrivo era stato trasferito, e il quarto dalla Squadra mobile di Agrigento poiche’ il tunisino era ancora a Lampedusa. (AGI)