Taormina Gourmet, 2.000 presenze in tre giorni

Duemila presenze in tre giorni, 30 Vinitaly wine ambassador, 70 giornalisti accreditati, 10 attività di formazione, 30 master class, 30 show cooking, oltre 160 cantine, una trentina di birrifici artigianali, 30 aziende agroalimentari, 700 addetti lavori accreditati, 6 alberghi coinvolti, 3 cene d’autore, 30 pizzaioli, 50 chef, un concorso enologico. Tutti i numeri di Taormina Gourmet 2019, l’edizione numero sette, la più impegnativa ma anche la più ricca edizione del più importante evento del Sud Italia dedicato al meglio del food & beverage firmato Cronache di Gusto.

Una edizione in cui fra i protagonisti sono da ricordare anche i pizzaioli, entrati ormai a pieno titolo nella ristorazione di alta qualità e che hanno dato spettacolo nel corso delle loro esibizioni nelle terrazze dell’hotel Villa Diooro di Messina. E poi il Sud Top Wine, il premio dedicato ai vini del sud Italia e che ha visto in gara le etichette di 5 regioni: Campania, Puglia, Calabria, Basilicata e Sicilia selezionati da una giuria presieduta da Daniele Cernilli. Questo è stato anche l’anno del debutto dello spazio learning: con la formazione, ormai asset strategico per Taormina Gourmet, che tornerà anche nel 2020; e con le master class in inglese. Un grande sforzo che va avanti con i press tour: giornalisti e Vinitaly wine ambassador che fino all’1 novembre gireranno le cantine siciliane. L’appuntamento con Taormina Gourmet è il prossimo anno per l’ottava edizione, in programma dal 21 al 29 ottobre.  (askanews)