Rifiuti: mega discarica abusiva ad Agrigento, 41 indagati

Via Miniera Ciavolotta, nella zona industriale fra Agrigento e Favara, trasformata in una discarica abusiva dove imprenditori di mezza provincia andavano a gettare abusivamente i rifiuti prodotti dalle loro attivita’. Il pubblico ministero della Procura di Agrigento, Antonella Pandolfi, ha tirato le somme di un’inchiesta, avviata nel 2017, sembrerebbe, grazie alle riprese video in incognito, e si appresta a mandare a processo quarantuno imprenditori accusati, a vario titolo di abbandono dei rifiuti e disastro ambientale. Il magistrato ha fatto notificare l’avviso di conclusione delle indagini preliminari. Nella lista, oltre ai responsabili di decine di attivita’ operanti in vari settori, anche il titolare di Girgenti Acque, societa’ che gestisce il servizio idrico nell’Agrigentino, adesso in fase di commissariamento in seguito a un provvedimento interdittivo antimafia, e un incaricato dell’Iseda, societa’ che opera nel settore della gestione dei rifiuti. Le telecamere hanno ripreso i mezzi scaricare rifiuti di ogni tipo, anche pericolosi, in una zona peraltro non distante dal centro abitato. (AGI)