Pensioni, Tridico: riforma possibile fra 2 anni, dopo Quota 100

Il presidente dell’Inps Pasquale Tridico non si aspetta una riforma delle pensioni delle “a brevissimo, ma a conclusione di Quota 100, fra due anni”. Il numero uno dell’ente di previdenza immagina una revisione del sistema che possa andare a vantaggio di chi fa lavori instabili e precari, che portano a pensioni piu’ piccole nel futuro. “Dobbiamo cercare di evitare che chi e’ povero oggi lo sia anche domani, con pensioni piu’ povere”, auspica Tridico, oggi a Cagliari per un convegno. “Costruire delle pensioni di garanzia, che possano aiutare chi oggi ha redditi bassi o carriere instabili, di poter poi usufruire di redditi dignitosi un domani, e’ una necessita’”. (AGI)