Migranti girano video su hotspot Lampedusa, il prefetto: ”Riprese nella zona interdetta”

L’hotspot di contrada Imbriacola, a Lampedusa (Ag), vive spesso – a causa del sovraffollamento – momenti complicati: le condizioni igieniche non sono delle migliori e in alcuni casi mancano le coperte. Nelle ultime ore e’ stato veicolato un video – realizzato dagli stessi immigrati ospiti della struttura e diffuso dalla Tgr Sicilia – dove si vedono materassi spogli in stanze piene di calcinacci. Si tratta di immagini realizzate con un telefonino cellulare nel padiglione inagibile, dove dei migranti si sarebbero introdotti abusivamente. “Dall’isola riferiscono che sono state effettuate riprese nella zona interdetta, perche’ colpita dagli incendi degli anni scorsi ed oggetto di prossimi interventi di ristrutturazione” spiega il prefetto di Agrigento, Dario Caputo. “E’ una condizione disumana, c’e’ una convivenza promiscua con bimbi che dormono con uomini e donne, in una struttura in cui dovrebbero restare il minor tempo possibile”, denunciano dal canto loro gli operatori dell’Asgi (Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione). Da mesi nell’hot spot dell’isola vanno avanti i lavori di ristrutturazione e la capienza e’ ridotta a 96 persone, nonostante ci siano stati picchi fino a 250 presenze. Adesso, dopo alcuni trasferimenti, nella struttura vi sono complessivamente 132 migranti. (ANSA)