Fervono i preparativi per la 9^ edizione del trofeo “Salvatore Schifano” all’Alberghiero di Favara

Fervono i preparativi, dell’Associazione Provinciale Cuochi e Pasticceri Agrigento “Salvatore Schifano”, per la 9^ edizione del trofeo “Salvatore Schifano”. La competizione è riservata ai cuochi, ai professionisti e allievi iscritti alla FIC. L’evento, avrà luogo martedì 28 gennaio per gli (junior) e mercoledì 29 gennaio per i (senior): l’iniziativa sarà ospitata dell’I.P.S.S.A.R. “G. Ambrosini” di Favara. Per l’occasione ogni concorrente, potrà partecipare alle categorie: o cucina calda “K1” o pasticceria da ristorazione “K2”.
“K1”: ogni partecipante dovrà presentare o una main course o uno starter a scelta, con l’obbligo di utilizzare: per il piatto di pesce, come componente principale del piatto,  il filetto di merluzzo, ed è possibile aggiungere altri pesci, come elementi complementari; mentre per il piatto di carne o per quello vegetariano, esiste l’obbligo di utilizzare, come elemento complementare, la “Vastedda” della Valle del Belice.

“K2”: ogni partecipante dovrà presentare un dessert al piatto, composto da un pezzo principale (il dolce), della frutta, un complemento da forno (caldo o freddo), della salsa e eventuale decorazione, con l’obbligo dell’utilizzo di almeno uno dei tre ingredienti previsti dall’organizzazione tra cui: arancia, pistacchio e ricotta. Il singolo concorrente avrà a disposizione un’ora di tempo, 50 minuti per l’elaborazione dei propri piatti e 10 minuti per il riordino, per la preparazione della propria portata, che sarà presentata in diverse  porzioni: una per l’assaggio per ciascun membro della giuria e una per la presentazione, quest’ultima gelatinata precedentemente.

La giuria sarà composta da giudici professionisti, affiancata da collaboratori e commissari di gara. Ecco i nomi che spiccano: responsabile di giuria, Gianluca Tomasi; giuria: Salvatore Gambuzza, Francesco Gotti e Gioacchino Sensale; giuria ai box: Massimiliano Pollari, Antonino Butera e Alfonso Pollari. Il suddetto concorso gastronomico ha il fine di rendere omaggio alla figura umana e professionale di Salvatore Schifano, venuto a mancare nell’anno 2000, docente dell’Istituto Alberghiero di Stato di Favara e presidente dell’URCS; un uomo che ha dedicato la sua vita all’insegnamento, alla cucina e alla divulgazione della cultura gastronomica mediterranea nell’intero Paese.

Claudia Caci