Respinto carico di melograni tunisini al porto di Palermo: ”Non conforme per la presenza di organismi nocivi”

E’ stato respinto un carico di Melograno, per circa 25.000 kg di prodotto, al porto di Palermo, risultato non conforme all’ingresso in territorio europeo per la presenza diffusa di organismi nocivi. A darne notizia l’Assessore regionale per l’Agricoltura Edy Bandiera. Grazie al lavoro degli ispettori fitosanitari dell’Assessorato Agricoltura, il 20 gennaio scorso è stato ispezionato, presso il porto di Palermo, un trailer di melograni (Punica granatum) proveniente dalla Tunisia e corredato di  certificazione fitosanitaria (cert. Fito . n° 0016200 del 17-gennaio 2020 del servizio fitosanitario della Tunisia). All’apertura del trailer in presenza dello spedizioniere doganale incaricato e dei funzionari della Agenzia delle Dogane, il carico di melograni, contenuti in 52 cassette per 25.000 kg netti,  risultava non conforme all’ingresso in territorio europeo per la presenza diffusa di organismi nocivi. Alla luce di quanto rilevato, è stata immediatamente prodotta la documentazione atta al  respingimento della partita di melograno e restituito il certificato fitosanitario Tunisino, che accompagnava la merce. “Continua quotidianamente l’attività del Governo Musumeci di controllo ai prodotti agricoli e agroalimentari in ingresso nel territorio siciliano – afferma l’Assessore per l’Agricoltura Edy Bandiera – Vigiliamo senza tregua ne sconti, nei porti, aeroporti, luoghi d’importazione e vendita, contro chi, per anni, ha lucrato sulla nostra salute e sulla nostra economia”.