“Sciascia, l’eretico”, Martelli a Racalmuto alla presentazione del libro di Cavallaro

Sara’ l’ex ministro della Giustizia Claudio Martelli a ricordare il viaggio di Paolo Borsellino e Giovanni Falcone a Racalmuto, nel paese di Leonardo Sciascia, quando i due magistrati parteciparono a un convegno per negare ogni loro attrito con lo scrittore. Travolto dalle polemiche sui “professionisti dell’antimafia”, su Sciascia si erano scatenate allora critiche pesantissime. Critiche bloccate nel luglio 1991 da Falcone e Borsellino. Presente a Racalmuto in quell’occasione con loro Martelli, l’ex delfino di Craxi che ritorna ad Agrigento per presentare il libro di Felice Cavallaro “Sciascia, l’eretico” edito da Solferino. Appuntamento venerdi’ 24 ore 17.30 nella Sala Livatino del Consorzio universitario di Agrigento, in via Quartararo. Con Martelli, dopo i saluti del presidente del Consorzio Giovanni di Maida, parleranno anche il presidente della Commissione antimafia in Sicilia, Claudio Fava, e il direttore nazionale della Dia, generale Giuseppe Governale. Modera Marida Lombardo Pijola, la stessa giornalista che nel 1991 coordino’ a Racalmuto i lavori del convegno con Falcone e Borsellino. Il libro di Cavallaro e’ un racconto ricco di spunti inediti su Sciascia, un gigante della letteratura, protagonista della cultura e della politica, a trent’anni dalla scomparsa. Un libro, scrive nella quarta di copertina Ferruccio De Bortoli, che da’ “all’immagine di Sciascia il giusto lustro senza altarini e aggettivi che a lui non sarebbero piaciuti”. Un libro, scrive Dacia Maraini, “che ha l’incalzare di un romanzo che incanta e avvince”.(ANSA)